Decennale Gorgonia – Biologo

Il Gorgonia Beach è un resort che si trova affacciato su uno dei mari più belli del mondo, il Mar Rosso, ed ha tra i suoi scopi principali la salvaguardia e la conoscenza della Natura che lo circonda. Per ottenere il meglio da questi suoi propositi si avvale della presenza di un biologo. Perché un biologo? Perché è colui che fa vedere e conoscere quello che normalmente non si vede o si conosce poco, perché con le sue spiegazioni permette ad ognuno di capire l’importanza e la bellezza della Natura, di essere non solo osservatore ma parte integrante di essa.

Il Mar Rosso è chiamato “L’acquario di Allah”, ma a differenza di un acquario, dove i pesci sono sempre gli stessi, qui lo scenario cambia in ogni momento perché non si sa mai quali animali si vedranno sbucare da dietro un corallo, nuotare a pelo d’acqua o mimetizzati sul fondo. L’occhio esperto del biologo permette di individuare tutto ciò, perché sa riconoscere le tane e le abitudini degli abitanti della barriera svelando tanti piccoli misteri della vita sottomarina e sa come comportarsi in acqua nel rispetto del meraviglioso ambiente sommerso che lo ospita.

Non dimentichiamoci dell’emozionante esperienza dello snorkeling notturno! Molti scendono in acqua un po’ intimoriti, la paura del buio e dell’ignoto l’abbiamo in tanti, ma dopo pochi secondi in acqua ci si dimentica di ogni timore e ci si lascia trasportare dalla vita notturna sulla barriera. Si osservano i pesci notturni che si svegliano, quelli diurni che dopo una lunga giornata vanno a riposare incastonati in mezzo ai coralli, ci si accorge che la barriera è piena di occhietti che osservano: sono gamberetti e granchi che escono dalle proprie tane.

Anche chi non entra in acqua ha la possibilità di scoprire l’affascinante mondo marino partecipando agli incontri serali del biologo durante i quali vengono spiegate tutte quelle che sono le meraviglie che ci circondano.

La salvaguardia del nostro pianeta è anche un punto fondamentale nella vita di un biologo. Qui al Gorgonia Beach si organizzano regolarmente, e con grande entusiasmo da parte degli ospiti, pulizie delle spiagge. Con sacchi e guanti si fa in modo che le spiagge siano sempre pulite in maniera da poter trascorrere la propria vacanza al meglio.

Indossando invece sandali e occhiali da sole si va alla scoperta delle mangrovie, piante che vivono in condizioni difficilissime, immerse nell’acqua salata. Vediamo come vivono, quale ambiente particolare creano, come costituiscano riparo per moltissimi animali e, in primavera e in autunno, diventano zone di sosta per gli uccelli migratori.

E non c’è solo mare! Il biologo accompagna gli ospiti anche nel deserto, nel Parco di Wadi el Gemal. Non bisogna pensare al deserto come un grande vuoto, è invece un luogo estremamente affascinante, che permette di ritrovare se stessi, Nel deserto si trovano diverse piante impiegate dagli Ababda, la popolazione locale di beduini, per vari utilizzi, sia curativi, sia di sostentamento per sé e per i propri animali. Si possono incontrare dromedari, volpi, conigli, uccelli, insetti.

Una mattinata in cammino per raggiungere una piccola vetta e godere della vista mozzafiato tra mare e montagne oppure una camminata pomeridiana con cena sotto un milione di stelle: tutto questo non può essere descritto a parole, deve essere vissuto in prima persona per poi portare con sé nel cuore le immagini, i suoni e gli odori di questi luoghi,